Home | Credits | Contattaci 
L'Iniziativa
Il Premio PoloEst
Il Programma
Le Sedi
News
Materiali
News
Tutte le News
News - Wikipedia, un'enciclopedia mondiale e libera


15/12/2005

Lunedì 19 dicembre a Mestre incontro con la sezione italiana dell'associazione

Wikipedia («wiki» viene dall'hawaiano e significa veloce) è stata creata nel 2001 in lingua inglese: oggi è riuscita a raccogliere più di 850 mila articoli in oltre 50 lingue e dialetti, tra cui il francese, il tedesco, lo spagnolo e l’italiano (In Italia c'è dal 2004 la versione in sardo, siciliano e friulano).

Con oltre un milione di voci (mezzo milione solo in inglese) e un’utenza quotidiana di oltre 150 mila visitatori, supera la leggendaria Enciclopedia Britannica, che però è ritenuta la più attendibile.

Per aggiornare la celebre enciclopedia online ora bisogna registrarsi al sito. La decisione è stata annunciata dal fondatore Jimmy Wales, in seguito alle proteste di John Seigenthaler, ex assistente di Robert Kennedy oggi direttore editoriale di Usa Today, che ha trovato il proprio nome citato su Wikipedia in un articolo che lo implicava falsamente nell’assassinio del presidente Kennedy e di suo fratello Bob.
Per ben 132 giorni, alla voce «John Seigenthaler», i lettori hanno appreso erroneamente che «per un breve periodo si pensava fosse coinvolto direttamente negli assassini dei fratelli Kennedy: John e Bobby».
La stessa biografia sosteneva che Seigenthaler «ha vissuto in Unione Sovietica dal 1971 al 1984»: un altro dettaglio assolutamente falso.

La gravità delle accuse ha spinto la celebre enciclopedia online a voltare pagina. «Mentre prima gli utenti potevano contribuire senza restrizioni, adesso dovranno registrarsi al sito», ha dichiarato Wales al Corriere della Sera. «Ciò sarà comunque facile e non impiegherà più di 20 secondi», precisa, «inoltre non sarà necessario avere un indirizzo e-mail».

«Con il prerequisito di registrarsi, il numero di articoli diminuirà, facilitando il lavoro dei 600 volontari del sito che rivedono e correggono eventuali errori», spiega Wales sempre al Corriere della Sera dello scorso 7 dicembre.






Indietro


 Provincia di Venezia - Assessorato all'informatizzazione | Rete Telematica PoloEst | CODESS Cultura
Powered By Egea Tecnologie Informatiche